Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Evento

La Giostra
L’Associazione Culturale Cluvia nasce nel 1995, per iniziativa di un gruppo di giovani appassionati e innamorati del proprio paese; organizzando concerti natalizi, feste carnascialesche e la prima edizione della Giostra, l’Associazione si è subito affermata come ente attivo nelle manifestazioni culturali e sociali.
Negli anni, la Giostra è diventata l’evento più importante per la promozione culturale e turistica di Castello e di tutto il territorio matesino. La festa coinvolge l’intera popolazione in sfilate in costume, mercatini, banchetti, attività concertistiche e mostre d’arte. Come ormai da consuetudine, la Giostra si tiene il primo fine settimana del mese di agosto. La festa ha come fulcro l’elezione della contrada reggente, al fianco del Signore del Castello, al termine di tre giorni di festeggiamenti e con l’evento clou della domenica, la sfida tra le tre contrade cittadine.


L'evento Rievocato
L’evento rievoca l’assedio dei baroni del 1460, episodio storico risalente a quando Castello era la rocca alta di Piedimonte, fedele a Ferdinando I d'Aragona, luogo dove ripararsi per l’ultima disperata resistenza. Per l’occasione, il paese viene addobbato con bandiere e fiaccole; le piazze e i rioni si animano con concerti ed eventi ludici, mostre e giochi d’epoca. Le note di flauti e liuti, vicolo dopo vicolo, accompagnano i visitatori fino alla Torre Grande, che sovrasta e caratterizza il paese, accanto al Giardino degli Artisti, piccolo museo a cielo aperto, con i tesori d’arte locale, dalla pittura alla scultura, dall’artigianato alla fotografia. Particolarmente caratteristici sono i banchetti contradaioli, allestiti nelle piazzette interne di Castello, in cui è possibile gustare i piatti tipici della cucina castellana e matesina. Le contrade animano con canti e danze la sera del sabato, in un itinerario gastronomico, dove si respira una sfida nella sfida, a colpi di prelibatezze. Il torneo è una disfida tra i tre cavalieri, rappresentanti delle contrade castellane (Cavallo, Platano e Torre), che si lanciano al galoppo, armati di lunghe lance, per centrare gli anelli posti nel suggestivo campo di gara. La conquista dello stendardo cittadino è il preludio per la proclamazione della contrada reggente, alla presenza del Signore del Castello e per il banchetto finale in Piazza Roma, dove si fanno gli onori al vincitore.

Struttura dell'evento
Con la cerimonia d’apertura del venerdì sera, la contrada vincitrice uscente riconsegna il gonfalone del Castello e affigge la mattonella con i propri colori, sul muro del palco cittadino. La serata è poi allietata dalla musica nelle varie piazze delle contrade, dall’inaugurazione delle mostre degli artisti e dall’apertura del banchetto, nella centrale Piazza Roma.
Il sabato, ferventi i preparativi per la domenica (ci si può imbattere nei cavalieri delle contrade, mentre galoppano o trottano in sella ai loro cavalli, per abituarli alla tenzone), è un continuo via vai per le strade del paese, per l’organizzazione dei banchetti serali. La sera del sabato, infatti, ogni contrada prepara il proprio menù, con piatti tipici matesini e ricette d’antichi sapori. La serata si conclude in Piazza Roma, dove si continua a festeggiare fino all’alba!
Il fulcro della festa è prerogativa della domenica. Dopo il passaggio del corteo medievale, lo spettacolo offerto dagli sbandieratori e dagli armigeri, appuntamento nell'arena per il tanto atteso torneo tra le tre contrade del Cavallo, del Platano e della Torre. Al termine del palio, il nuovo Signore del Castello sarà festeggiato in Piazza Roma con il banchetto, il concerto finale e il commiato alla successiva edizione.

La Valuta
Per richiamre ancor di più il clima medievale è nata l'idea simpatica e coinvolgente dell’operazione di cambio degli euro in Tarì, che è stata una moneta medievale utilizzata in tutto il Mediterraneo. Durante tutta al Manifestazione è la “moneta corrente”, spendibile oltre che presso gli stand anche presso qualsiasi attività commerciale del comune con cambio da effettuare presso banco del “Monte dei Pegni”.

Dicono di noi
Chi non ha mai sognato di immergersi nell’atmosfera medioevale, circondato da bellissime principesse, coraggiosi cavalieri o feroci guerrieri? E assistere ad un duello all’arma bianca, partecipare ad un banchetto gustando specialità di un tempo andato o, per i più coraggiosi, impugnare una spada e provare il proprio valore? Fino a poco tempo fa era solo fantasia, oggi si è trasformato in realtà grazie alle numerose rievocazioni storiche che, in tutta Italia e quasi per incanto, ci riportano indietro nel tempo. Una minuziosa analisi di moltissimi aspetti dell’epoca medievale, tra i quali quelli relativi all’abbigliamento, alle armi, alle credenze popolari, alla religione, alle abitudini alimentari, ha permesso l’allestimento di rappresentazioni che lasciano lo spettatore a bocca aperta per il loro elevato grado di coinvolgimento.
Una delle rievocazioni storiche si tiene a CASTELLO DEL MATESE (CE), con la manifestazione LA GIOSTRA, che vede coinvolta l’intera popolazione in sfilate in costume, tornei e allestimenti di banchetti di quartiere, rievocando l’evento con una originalissima sfida tra contrade che si chiuderà con la proclamazione del nuovo Signore del Castello. Armati di lancia, ciascuna della lunghezza di quattro metri, i cavalieri al galoppo dovranno centrare gli anelli, di dimensioni sempre più piccole. Artisti da strada e gruppi folcloristici animano le vie anguste e le piccole piazze del centro, un’atmosfera che rapisce meglio di una efficientissima macchina del tempo, con la musica dei flauti e dei liuti che accompagna, vicolo dopo vicolo, fino alla Torre che sovrasta il paese e delimita il “Giardino degli Artisti”, piccolo museo all’aperto dove per tre giorni sono custoditi i tesori dell’arte locale, dalla pittura alla scultura e all’artigianato tipico. Musica, arte e spettacolo nelle piazze e nei vicoli del centro storico, fino a tarda notte: ogni contrada offrirà ai turisti un menù ricco di prelibatezze preparate secondo la tradizione, un unico itinerario gastronomico che prevede soste obbligate e alle varie postazioni del grande “Banchetto delle Contrade”. Le donne, i cavalieri, gli amori e le audaci imprese. Si, questa è la Giostra a Castello del Matese. Rappresenta una delle più belle occasioni per avvicinarti alla cultura ed alla storia delMatese, una proposta che è stata selezionata e inserita nel catalogo incoming “L’Altra Campania: Enogastronomia, Arte e Natura nelle province di Avellino, Benevento e Caserta” , un agile e completo libretto in formato tascabile realizzato dall’ Assessorato Regionale al Turismo della Regione Campania, in collaborazione con gli Enti Provinciali per il Turismo di Caserta, di Benevento e di Avellino, per valorizzare gli itinerari turistici delle tre province.
Links
Instagram
Dove Siamo
Email
Ass. Culturale Cluvia
via municipio, 2
81016 - Castello del Matese (Ce)
Partner
Copyright © Ass.Cluvia  91003770616 - Intervento co-finanziato dal POC Campania 2014-2020. Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura. Programma Regionale di eventi e iniziative promozionali.
Seguici anche su
Torna ai contenuti | Torna al menu